Crea sito

Cheesecake alla zucca versione Dieta Chetogenica

Una torta di zucca dal sapore americano chetogenica

cheesecake-dieta-chetogenica-ricetta

Con Halloween appena passato, gli scaffali dei supermercati si sono riempiti di zucche colorare.

E in autunno la zucca oltre ad essere il simbolo per eccellenza di questa festa importante dagli States, è la regina della tavola.

Si presta a essere utilizzata in antipasti, primi piatti (come il classico risotto) ma anche nei dolci. Il suo sapore si sposa bene con un’ampia varietà di ingredienti in combinazioni tutte da provare.

La zucca ha una lunga storia qui nel vecchio continente e affonda le radici nel Medioevo, quando le torte erano un piatto base e venivano preparate usando la zucca.

Immagina una ricetta senza LATTOSIO, senza GLUTINE e chetogenica

Ecco allora una rielaborazione di una cheesecake a base di zucca concessa a chi segue una dieta chetogenica e facile da fare in quanto non è prevista nemmeno la cottura, scopriamo come.

INGREDIENTI

Per la base:

•60 grammi di farina di cocco

•20 grammi di semi di lino appena macinati

•110 grammi di burro chiarificato ammorbidito

•1 cucchiaino di spezie a piacere (chiodi di garofano, noce moscata, cannella, pepe e zenzero)

•25 gocce di Stevia liquida

Per il ripieno:

•75 grammi di purea di zucca bio

•220 di formaggio spalmabile senza lattosio

•30 grammi di panna acida senza lattosio

•60 grammi di panna o yogurt greco senza lattosio

•40 grammi di burro chiarificato ammorbidito

•1/4 di cucchiaino di spezie a piacere (chiodi di garofano, noce moscata, cannella, pepe e zenzero)

•25 gocce di Stevia liquida

PROCEDIMENTO

  • Mescolare gli ingredienti secchi per la base, aggiungere in un secondo momento il burro e la Stevia e rimescolare.
  • Formare delle piccole sfere con il composto ottenuto e versarle negli stampini o in piccole teglie.
  • Unire tutti gli ingredienti per il ripieno, quindi frullare fino a ottenere un composto omogeneo.
  • Distribuire il ripieno sulle basi e conservare in frigorifero per almeno quattro ore.

Facile e gustosa da provare, parola di una “pasticciona” in cucina !!!


Terapista della Riabilitazione
Naturopata (autrice del testo Anna Gluten Free)
Coach di Pilates da oltre 25 anni