Crea sito

La serotonina: l’ormone della felicità

serotonina-felicità

Con l’arrivo della stagione autunnale e invernale, l’umore in diverse persone lascia spazio alla malinconia e alla tristezza.

I responsabili di tutto questo sono da ricercarsi nella luce, nel freddo e nello stress da lavoro/attività, ma tutto ciò è anche da imputarsi a un ormone.

La serotonina, meglio conosciuta come l’ormone della “felicità”, riveste un ruolo fondamentale nell’equilibrio del sistema nervoso e anche nel benessere dell’apparato gastrointestinale.

Ma cos’è la serotonina?

Dal punto di vista biochimico è un neurotramettitore prodotta dal sistema mesolimbico e che agisce su diverse funzioni del corpo.

Viene sintetizzata grazie al triptofano, un amminoacido essenziale introdotto nel nostro corpo attraverso l’alimentazione.

E dove troviamo il triptofano?

Il triptofano lo ritroviamo nei cereali integrali, nei piselli, nelle lenticchie, nelle patate, nelle uova, nei latticini, nelle banane, nelle prugne, ananas, kiwi e frutta secca come mandorle e noci.

Nelle verdure invece lo ritroviamo in tutte quelle a foglie versi, nei pomodori e nei semi di sesamo, girasole e soia.

Ma cosa agisce la serotonina sul nostro corpo?

La serotonina interviene nella regolazione del ritmo sonno-veglia e nel sistema cardiovascolare stabilizzando la pressione sanguigna, inoltre rappresenta un valido aiuto per le capacità cognitive e di memoria e agisce sulla matrice ossea.

Per i golosi e per un toccasano all’umore via libera al cioccolato fondenta al 85% minimo di cacao, perché?

Perché il cioccolato fondente apporta una buona dose di serotonina grazie alla presenza del nostro amico triptofano, ma attenzione sempre che sia almeno all’85% di cacao e attenzione al contenuto di zuccheri in essa contenuti.


Laureato in Medicina e Chirurgia
Ha seguito atleti e team sportivi (ciclismo, triathlon, tennis)
Speaker e formatore scientifico sui temi del benessere
Ex consulente scientifico dei Blackwater (militari d’elitè USA)